Coronavirus: aggiornamento sulla situazione a Parigi

Coronavirus: tutte le informazioni da conoscere sulla situazione a Parigi.

A causa della situazione sanitaria, in Francia sono state adottate alcune misure che riguardano sia i cittadini francesi che i visitatori stranieri. Tutte le risposte alle domande sul Covid-19 a Parigi.

Attenzione: queste misure si evolvono regolarmente, pertanto aggiorniamo questo articolo il più spesso possibile. Invitiamo tuttavia a verificare le informazioni sui siti del governo francese e del Ministero degli affari esteri.

Vue aérienne Paris Tour Eiffel coucher de soleil

Uso della mascherina

A partire dal 16 maggio 2022, l’uso della mascherina non è più obbligatorio nei trasporti pubblici a Parigi e in tutta la Francia, ma resta raccomandato.

Si ricorda che dal 14 marzo 2022, l’uso della mascherina non è più obbligatorio al chiuso (musei, monumenti, luoghi di cultura e di svago, ristoranti…) a Parigi e in tutta la Francia.

Sospensione del PASS VACCINALE A PARIGI E IN FRANCIA

A partire dal 14 marzo 2022: sospensione del pass vaccinale nei luoghi in cui era richiesto fino a questo momento:

  • attività di ristorazione commerciale (bar e ristoranti e terrazze), ad eccezione del servizio in camera nei ristoranti e bar degli hotel
  • le fiere e i saloni professionali e i seminari professionali
  • viaggi a lunga percorrenza con i mezzi pubblici interregionali (voli nazionali, viaggi TGV)
  • la maggior parte dei luoghi di cultura e di svago (parchi d’attrazione, musei e monumenti, crociere in battello quando sono presenti più di 50 passeggeri, ecc.).

Il pass sanitario resta in vigore nei seguenti luoghi:

  • Ospedali, cliniche, strutture medico-sociali;
  • Case di riposo;
  • Istituti che accolgono persone in situazione di handicap.

Il certificato Covid digitale europeo (rilasciato nei paesi membri dell'Unione Europea, in Svizzera, in Norvegia, nel Regno Unito, nel Liechtenstein, ad Andorra, nel Principato di Monaco e in Islanda) è valido in Francia.

Dal 26 ottobre 2021, i turisti extra-europei vaccinati nei loro paesi possono ottenere il pass in formato europeo al loro arrivo in Francia. Questa equivalenza va richiesta nelle farmacie abilitate situate nei pressi degli aeroporti internazionali, delle stazioni parigine e nelle zone turistiche della capitale. Le condizioni dell’ottenimento dell'equivalenza e l'elenco delle farmacie abilitate sono disponibili sul sito Santé.fr. Questo servizio è fatturato 36€ IVA inclusa max.

Dove si può effettuare un test?

I visitatori hanno la possibilità di far praticare a Parigi e ovunque in Francia un test antigenico (risultato disponibile dopo 15 - 30 min) oppure un test RT-PCR (risultato disponibile generalmente entro 24 ore). 

Questi test sono a pagamento per le persone che non beneficiano di copertura sociale in Francia. Il prezzo di un test antigenico è di 25€. Il prezzo di un test RT-PCR è di 43,89€.

È possibile effettuare un test antigenico in numerose farmacie. Tutti i centri di screening sono indicati sulla mappa screening covid proposta dal Ministero della Solidarietà e della Salute.

Che fare in caso di test positivo?

- Per le persone positive che hanno uno schema vaccinale completo e per i bambini positivi di età inferiore a 12 anni, indipendentemente dal loro stato vaccinale:

1. Isolarsi rigorosamente per 7 giorni pieni dalla data di inizio dei sintomi o dalla data del test positivo.
2. Sottoporsi a un test antigenico o a un test RT-PCR il 5° giorno: se il test è negativo e in assenza di sintomi da 48 ore, è possibile porre fine all’isolamento dopo 5 giorni; se il test è positivo o in assenza di test, l’isolamento deve essere proseguito fino al 7° giorno, senza nuovo test da effettuare al termine dell’isolamento.

- Per le persone positive che non sono vaccinate o che dispongono di uno schema vaccinale incompleto:

1. Isolarsi rigorosamente per 10 giorni dalla data di inizio dei sintomi o dalla data del test positivo.
2. sottoporsi a un test antigenico o a un test RT-PCR il 7° giorno: se il test è negativo e in assenza di sintomi da 48 ore, è possibile porre fine all’isolamento il 7° giorno; se il test è positivo o in assenza di test, l’isolamento deve essere proseguito fino al 10° giorno, senza nuovo test da effettuare.

In caso di temperatura al termine dell’isolamento, è preferibile contattare un medico. In ogni caso è preferibile attendere 48 ore supplementari dopo la scomparsa della febbre per porre fine all’isolamento.

In caso di difficoltà respiratorie, chiamare il Servizio medico d’urgenza (SAMU) al numero 15, o 114 per le persone non udenti o ipoudenti o 112 (numero di emergenza europeo).

Tutte le informazioni sulle regole di isolamento

Covid-19: Viaggiare in Francia

A partire dal 12 febbraio 2022, si applicano le regole seguenti:

  • Per i viaggiatori vaccinati ai sensi delle normative europee non saranno richiesti ulteriori test alla partenza. Per arrivare in Francia è sufficiente la prova di uno schema vaccinale completo, indipendentemente dal paese di origine.
  • Per i viaggiatori non vaccinati resta l'obbligo di presentare un test negativo per recarsi in Francia, ma le misure all'arrivo (test, isolamento) vengono revocate in caso di provenienza dai paesi della lista "verde".
  • I viaggiatori non vaccinati provenienti da un paese nell'elenco "arancione", devono presentare un valido motivo che giustifichi la necessità di recarsi nella Francia metropolitana e possono essere sottoposti a un test aleatorio all'arrivo. I viaggiatori che risultano positivi devono isolarsi, conformemente alle raccomandazioni.

Una classificazione dei paesi viene effettuata e aggiornata regolarmente in funzione degli indicatori sanitari:

  • paesi «verdi»: paesi e territori in cui non si osserva alcuna circolazione attiva del virus e in cui non si registrano variazioni preoccupanti
  • paesi «arancioni»: paesi nei quali si osserva una circolazione attiva del virus in proporzioni controllate, senza diffusione di varianti preoccupanti
  • paesi “rossi”: paesi nei quali si osserva una circolazione attiva del virus con una presenza di varianti preoccupanti - Attualmente nessun paese è classificato “rouge”.

Per conoscere le modalità che riguardano la propria situazione, in vista di un arrivo a Parigi, visitare il sito del governo francese.

Tutte le risposte alle vostre domande sui viaggi dalla Francia verso l'estero o dall’estero verso la Francia nelle FAQ del Ministero dell’Europa e degli Affari Esteri.

Trasporti

Trasporti pubblici a Parigi e nella sua regione

A partire dal 16 maggio 2022, l’uso della mascherina non è più obbligatorio nei trasporti pubblici a Parigi e in tutta la Francia, ma resta raccomandato

Per garantire maggiore comfort e protezione possibile ai suoi viaggiatori, la RATP offre un servizio per conoscere l'affluenza in tempo reale sulla sua applicazione mobile.

Ulteriori informazioni sui trasporti

Partenze in treno e in aereo

  • Gli spostamenti tra regioni sono consentiti.
  • Le partenze in treno o in aereo sono soggette ad annullamenti.

Per maggiori informazioni consultare i siti della compagnia ferroviaria francese SNCF e delle compagnie aeree pertinenti.

Al fine di garantire una maggiore flessibilità ai passeggeri, i biglietti acquistati possono essere rimborsati o sostituiti senza spese, in base alle date indicate dai vettori.

Maggiori informazioni sulle condizioni di circolazione e di rimborso dei treni interregionali

Informazioni amministrative e turistiche

  • Il punto d’accoglienza dell’Ente del Turismo di Parigi all'Hôtel de Ville è aperto dal lunedì alla domenica, dalle 10.00 alle 18.00.
  • Il punto d’accoglienza dell’Ente del Turismo di Parigi situato all’interno della Gare du Nord è aperto dal lunedì al sabato, dalle 09.00 alle 17.00. Chiuso i giorni festivi.

Per ulteriori domande si consiglia di contattare l'ambasciata del proprio paese d’origine.

I gesti barriera: precauzioni necessarie

Al fine di limitare i rischi di contaminazione, sono state definite alcune semplici misure comportamentali da applicare. Queste misure sono state definite “gesti barriera e consistono nelle seguenti precauzioni:

  • ridurre i contatti sociali (evitare di stringersi la mano o di salutarsi con baci);
  • lavarsi regolarmente le mani con sapone o disinfettarle con una soluzione idroalcolica;
  • tossire e starnutire in un fazzoletto di carta monouso e gettarlo dopo l’uso (lavandosi o disinfettandosi le mani subito dopo) oppure nell’incavo del gomito in assenza di un fazzoletto di carta;
  • utilizzare fazzoletti monouso e gettarli successivamente in un contenitore per rifiuti;
  • evitare gli assembramenti e ridurre gli spostamenti;
  • osservare una distanza minima di 1 metro dalle altre persone in ambiente esterno.

Maggiori informazioni: Coronavirus a Parigi - misure igieniche e precauzioni