(Ri)aperture: nuovi luoghi da (ri)scoprire subito a Parigi!

Scoprite 9 (ri)aperture molto attese nel 2021!

BOURSE DE COMMERCE - COLLEZIONE PINAULT

Bourse de Commerce - Pinault Collection - Façade décembre 2020, Paris

La Bourse de Commerce, edificio circolare emblematico del quartiere Les Halles dal 1889, ha completato la sua trasformazione e dal 22 maggio 2021 ospita la collezione Pinault.
L'architetto giapponese Tadao Andō ha creato uno spettacolare involucro di cemento sotto l'affresco storico e le vetrate, formando così uno spazio essenziale e luminoso perfettamente adatto all'arte contemporanea.
Ricca di 5.000 opere, dal XX secolo ad oggi, la collezione Pinault riunisce i più grandi artisti: Jeff Koons, Takashi Murakami, Cindy Sherman, Man Ray, Daniel Buren, Pierre Soulages, Raymond Depardon, Hiroshi Sugimoto o Maurizio Cattelan. Tutte le discipline artistiche sono rappresentate: scultura, pittura, fotografia, video e installazioni... La Bourse de Commerce programma così incontri tematici, mostre monografiche, ordini, carte bianche e progetti in situ. Conferenze, incontri, proiezioni, concerti e performance sono parte integrante della programmazione.
All'ultimo piano, il ristorante La Halle aux Grains è gestito dallo chef stellato Michel Bras, e offre una vista immersiva sul giardino delle Halles, la chiesa di Saint-Eustache e in lontananza il Centro Pompidou.
Maggiori informazioni sulla Borsa di Commercio - Collezione Pinault

HÔTEL DE LA MARINE

Hôtel de la Marine - Extérieur, Paris

Famoso palazzo che confina con Place de la Concorde dal 1774, l'Hôtel de la Marine è stato trasformato in un luogo eccezionale dove l'arte di vivere alla francese è sublimata. Antico deposito della monarchia, poi sede del Ministero della Marina, diventa la vetrina delle tradizioni e del savoir-faire di eccellenza, in un magnifico scenario restaurato del XVIII e XIX secolo. Da giugno 2021 i visitatori hanno accesso a due percorsi tematici attorno agli appartamenti dell'intendente, ai saloni d'apparato e alla loggia con la sua vista sulla piazza della Concordia.
Gli chef stellati Alain Ducasse e Jean-François Piège sovrintendono la sala da tè e il ristorante, contribuendo così alla valorizzazione delle arti della tavola, dell'arte di ricevere e della gastronomia.
Infine, uno spazio espositivo presenta la famosa collezione Al Thani, composta da 6000 opere: antichità, dipinti, manoscritti medievali, oggetti antichi e storici, e pezzi di gioielleria.
Maggiori informazioni sull'Hôtel de la Marine

PALAZZO GALLIERA - MUSEO DELLA MODA DELLA CITTÀ DI PARIGI

Palais Galliera - Musée de la Mode de Paris

Finalmente un museo della moda permanente a Parigi! Dopo mesi di lavori, il Palazzo Galliera - museo della Moda della Città di Parigi si è ampliato e svela le gallerie Gabrielle Chanel. La sua inestimabile collezione di 200.000 pezzi, dal XVIII secolo ai giorni nostri, può così essere esposta e messa in scena: abiti, naturalmente, ma anche accessori, schizzi e fotografie.
Le eleganti gallerie superiori del palazzo, in pietra di dimensioni tipiche dell'architettura ottocentesca, sono ormai completate da ampie cantine a volta in mattoni rossi al piano terra. Una programmazione ambiziosa di grandi esposizioni temporanee completa la museografia permanente, in accesso gratuito.
Idealmente situato sulla collina di Chaillot, a due passi dalla Tour Eiffel, il Palais Galliera comprende ora una libreria-boutique e anche una sala da tè all'aperto aperto in stagione.
Maggiori informazioni sul Palais Galliera - Musée de la Mode de la Ville de Paris

GRAND PALAIS EFFIMERO

Grand Palais Éphémère - Perspective, Paris

Mentre il mitico Grand Palais degli Champs-Élysées ha chiuso i battenti per lavori fino al 2024, un nuovo spazio espositivo provvisorio è stato pensato per sostituirlo sulla spianata degli Champs-de-Mars. Questo edificio di 10000 m2, progettato dall'architetto Jean-Michel Wilmotte a partire da una struttura in legno ad arco stupefacente, è nato dopo meno di un anno di lavori. Sfilate, mostre, eventi, Saut Hermès, Fiac, Olimpiadi 2024... La programmazione di questo spazio effimero si annuncia invitante!
Maggiori informazioni sul Grand Palais Effimero

MUSEO DELL’ORANGERIE

Musée de l'Orangerie - Salle des Nymphéas, Paris © Sophie Boegly

Le collezioni del museo dell'Orangerie sono ora presentate in uno spazio completamente rinnovato e ampliato: la Scuola di Parigi dell'inizio del XX secolo dialoga armoniosamente con gli otto pannelli delle Ninfee presentati negli spettacolari otto pannelli delle Ninfee presentati nelle spettacolari sale ovali immaginate da Monet stesso.
Il percorso passa dai grandi formati dei Moderni primitivi (Picasso, Rousseau il Doganiere, Derain, Modigliani o Matisse) alle sale monografiche (Renoir, Cézanne, Soutine...). Tra modernità e figurazione, la collezione di dipinti di Paul Guillaume e Domenica Walter è completata dalle sculture dell'Africa e dell'Oceania raccolte da Paul Guillaume e depositate dal museo del quai Branly - Jacques Chirac. Infine, due nuove sale mettono in luce opere selezionate della collezione, presentate in alternanza, nonché uno sguardo contemporaneo sulle Ninfee.
Maggiori informazioni sul museo dell'Orangerie

MUSEO CARNAVALET - STORIA DI PARIGI

Musée Carnavalet - Histoire de Paris - Cour Louis XIV, Paris

Il Museo Carnavalet, museo storico della città di Parigi, è stato riaperto al pubblico alla fine di maggio 2021 dopo un'ambiziosa ristrutturazione.
Nel cuore del Marais, nei palazzi privati Carnavalet e Le Peletier de Saint-Fargeau all'architettura preservata del XVI e XVII secolo, la museografia è stata ripensata per comporre visite adatte a tutti i gusti. La collezione di oltre 600.000 pezzi - più importante di quella del Louvre! - conserva veramente la memoria di Parigi, dalla preistoria ai giorni nostri: boiserie e decori, sculture, quadri, manifesti, modelli, fotografie, insegne e mobili tra cui la famosa camera di Marcel Proust. I visitatori possono scegliere un percorso tematico da una a tre ore: architettura, storia dell'arte, periodo storico... Non meno del 10% delle opere sono appese all'altezza di un bambino, e dispositivi digitali completano un'esperienza di visita inedita. L'accesso è gratuito per tutti.
La libreria-negozio è completata da una sala da tè nel museo che si affaccia sui giardini, aperto indipendentemente dal museo.
Maggiori informazioni sul museo Carnavalet - Storia di Parigi

CASA DI VICTOR HUGO

Maison de Victor Hugo

Nella piazza dei Vosgi, nella palazzina di Rohan-Guéconduit, l'appartamento che Victor Hugo affittò dal 1832 al 1848 è stato ristrutturato e riaperto con un percorso di visita rinnovato, ad accesso gratuito. I suoi mobili, oggetti e opere d'arte, presentati nella loro decorazione ritrovata, ripercorrono la vita di Victor Hugo che qui scrisse molti dei suoi capolavori.
La corte vegetalizzata, ormai accessibile, ha ritrovato la sua fontana, che ricalca l'antica fontana che era stata spostata da Victor Hugo nel suo giardino di Hauteville House sull'isola di Guernsey. Un'affascinante sala da tè completa una visita fuori dal tempo, nel cuore della Parigi storica.
Ulteriori informazioni sulla Casa di Victor Hugo

LA CRIPTA ARCHEOLOGICA DELL’ÎLE DE LA CITÉ

La Crypte | 630x405 | COMP © D.Messina - La Crypte  - Paris Musées - OTCP

Opportunamente nascosta sotto il sagrato di Notre-Dame, sotto il punto Zero - il punto di partenza di tutte le strade di Francia -, la cripta archeologica ripercorre più di 2000 anni di storia della città. Collegato al museo Carnavalet, questo spazio di 2000 m2 è una delle più grandi cripte d'Europa. Fatto stupefacente, è stata creata dopo la scoperta di vestigia gallo-romane mentre il comune lanciava un cantiere di costruzione di parcheggio sotterraneo sull’île de la Cité! Da allora, la cripta propone un percorso ludico e interattivo attraverso i secoli, dall'antico porto di Lutezia alla costruzione di Notre-Dame. Chiusa dopo l'incendio della cattedrale, ha riaperto le sue porte e svelato una nuova mostra su questo capolavoro del patrimonio celebrato da Victor Hugo, con modelli e video 3D.
Maggiori informazioni sulla Cripta archeologica dell'île de la Cité

SAMARITAINE PARIS PONT-NEUF

Samaritaine image de synthèse perspective rue de la Monnaie

Grande magazzino mitico, fondato nel 1870 da Ernest Cognacq e Marie-Louise Jay, la Samaritaine è stato oggetto di importanti e innovativi lavori di ristrutturazione. I suoi edifici, iscritti ai monumenti storici, si affacciano sulla Senna (lato Pont Neuf) da un lato, e sulla rue de Rivoli dall'altro. Il visitatore può ammirare la struttura, le vetrate e la scalinata monumentale in stile Liberty. La facciata Art déco (lato Senna) progettata da Henri Sauvage è altrettanto ammirevole. Sulla via di Rivoli, la facciata contemporanea in vetro di 25 metri di altezza è stata creata dall'agenzia Sanaa. La Samaritaine ospita un grande magazzino, l'hotel di lusso Le Cheval Blanc, nonché uffici, alloggi sociali e un asilo nido.
Maggiori informazioni sulla Samaritaine