Parigi, destinazione shopping a gennaio

Capitale della moda, Parigi accoglie tutte le grandi marche. Approfittate dei saldi per fare buoni affari.

A gennaio, Parigi pone in primo piano i grandi stilisti durante la Fashion Week e propone numerosi eventi che ruotano attorno alla moda. Parigi è una destinazione privilegiata per lo shopping. Approfittatene appieno durante i saldi di gennaio. Un, due, tre, pronti? Via con lo shopping!

MODA 

Soldes | 630x405 | © Amélie Dupont

A gennaio, Parigi è in cima al podio con la Fashion Week. In questa occasione, i grandi nomi della moda, le celebrities e i giornalisti affollano Parigi per scoprire le tendenze del prêt-à-porter uomo e la haute couture del prossimo anno. 
Anche se le sfilate sono riservate ai professionisti, lo show ha luogo anche nelle strade di Parigi, in particolare intorno al Grand Palais, al Carrousel du Louvre o al Palais de Tokyo. Non è raro imbattersi in star, modelle e grandi stilisti di moda. Tenete gli occhi aperti!


Shopping

Chi dice moda dice negozi! E in questo ambito, non c'è che l'imbarazzo della scelta a Parigi, vera e propria capitale dello shopping! Desiderate rinnovare il guardaroba, trovare gli accessori all'ultima moda o la "it-bag" del momento? Capitate a proposito: se c'è un momento da non perdere per le fashionistas, è certamente il mese di gennaio, che si apre con il lancio, mercoledì 11, degli attesissimi saldi invernali. Si parte per sei settimane di ribassi che possono arrivare fino al 70% di sconto!

Maggiori informazioni sui Saldi a Parigi


La moda in tutte le sue sfaccettature

Exposition Baskt - costume pour Anna Pavlova | 630x405 | © BnF, département de la Musique, Bibliothèque-Musée de l’Opéra

Che ne dite di approfittare del vostro tour di shopping per visitare alcune mostre che esplorano il mondo della moda? Voglia di fare una pausa artistica durante gli acquisti? Alle Galeries Lafayette, appuntamento alla Galerie des galeries, al 1° piano, per scoprire l'artista contemporaneo tedesco Hans-Peter Feldmann (fino al 21 gennaio).

A due passi da lì, fate una sosta al Palais Garnier per andare a vedere Leon Bakst (Bakst: dai balletti russi alla haute couture) (fino al 5 marzo). La mostra si concentra su Leon Bakst, scenografo e costumista russo che ha ispirato i più grandi stilisti di oggi, come Yves Saint Laurent e Karl Lagerfeld.

La storia della moda non è mai stata un lungo fiume tranquillo… Il museo delle Arti decorative torna sugli scandali che hanno scosso questo universo, dal XIV secolo ai giorni nostri: Tenue correcte exigée, quand le vêtement fait scandale (Dress code, quando l'abbigliamento fa scandalo) si lascia scoprire fino al 23 aprile.

Al Palais Galliera, non perdetevi Anatomie d’une collection – 2e partie (Anatomia di una collezione - 2a parte) (fino al 12 febbraio), il seguito della mostra con lo stesso nome, inaugurata a maggio 2016. La prima edizione della mostra aveva svelato abiti di figure storiche e celebrità come Maria Antonietta, Jacqueline Kennedy e Audrey Hepburn... Questa seconda parte è arricchita da quaranta nuovi pezzi e rende omaggio a Sonia Rykiel, scomparsa ad agosto 2016.

Il celebre fotografo di moda Richard Avedon espone il proprio lavoro alla Biblioteca nazionale di Francia, fino al 26 febbraio. La mostra La France d’Avedon. Vieux Monde, New Look (La Francia di Avedon, Vecchio Mondo, Nuovo Look) presenta la star americana dell'obiettivo sotto una nuova luce, attraverso il suo legame con la Francia.


E INOLTRE…

Mostre: ultimi giorni

Affiche exposition Hergé | 630x405 | © Grand Palais

Se non siete ancora andati a vedere alcune delle grandi mostre del 2016, siete ancora in tempo: Hergé al Grand Palais e Ben al museo Maillol (fino al 15 gennaio), Hodler, Monet, Munch al museo Marmottan Monet (fino al 22 gennaio). Ma anche Rembrandt intime (Rembrandt intimo) al museo Jacquemart-André, Mexique 1900-1950 (Messico 1900-1950) al Grand Palais, e Magritte. La trahison des images (Il tradimento delle immagini) al Centro Pompidou (fino al 23 gennaio).
Senza dimenticare La Peinture américaine des années 1930 (La Pittura americana degli anni 1930) al museo dell’Orangerie e Brassaï - Graffiti al Centro Pompidou (fino al 30 gennaio). Alla Filarmonica di Parigi, una duplice opportunità di visita Ludwig van, le mythe Beethoven (Ludwig van, il mito Beethoven) e MMM, che propone un sorprendente dialogo tra il musicista Matthieu Chedid e il fotografo superstar Martin Parr. Due mostre da vedere fino al 29 gennaio.


Festival e saloni 

Festival Automobile International | 630x405 | © DR

L'inizio dell'anno vede il lancio del primo Graphic Design Festival (Festival del Design grafico) (dall'11 gennaio al 22 febbraio). In questa occasione, potrete beneficiare dell'ingresso libero a molti eventi dedicati al design grafico organizzati in vari luoghi della capitale.

Dal 21 gennaio al 5 marzo, il Centquatre imbarca per la 7a edizione di Circulation(s), il festival della giovane fotografia europea.

Anche il salone art3F torna nella capitale per una 3a edizione, dal 27 al 29 gennaio. Un grande incontro artistico che si propone di democratizzare l'arte contemporanea.

Gli appassionati della bella meccanica non sono stati dimenticati! Appuntamento con l'arte e il design automobilistici, la 32a edizione del Festival Automobile International (Festival internazionale dell'automobile) accoglie i visitatori fino al 5 febbraio.


Concerti e spettacoli

Cirque Alexis Gruss spectacle Quintessence  | 630x405 | © DR

Se siete appassionati di commedie musicali, non perdetevi Hit Parade, che fa rivivere in ologramma Dalida, Claude François, Mike Brant e Sacha Distel. Una rivoluzione tecnologica da scoprire al Palais des Congrès a partire dal 12 gennaio.

Irina Kolesnikova e il Teatro del Balletto di San Pietroburgo illuminano dal 24 al 27 gennaio la scena del Teatro degli Champs-Élysées per il piacere degli appassionati di danza classica.

Il circo tradizionale si esibisce sotto i tendoni Pinder (fino al 22 gennaio) e Alexis Gruss (fino al 19 febbraio).


Sport

Prix d'Amérique - course hippique - 2 | 630x405 | © DR

Parigi accoglie nel 2017 non meno di tre campionati mondiali! Il primo, il 25° Campionato mondiale di pallamano, inizia l'11 gennaio all’AccorHotels Arena. La Francia conserverà il suo titolo? Fine della suspense il 29 gennaio!
A breve distanza, il Bercy Village si sincronizza con la pallamano per tutta la durata del torneo e accoglie, dal 6 al 29 gennaio, le animazioni ufficiali dell'evento.

Per quanto riguarda gli sport ippici, il primo mese dell'anno si conclude in bellezza all’ippodromo Paris Vincennes, con il Prix d’Amérique Opodo, grande corsa di trotto, il 29 gennaio.


Feste

Défilé nouvel an chinois | 630x405 | © Fotolia

In questo mese dedicato alla moda, le automobili si mettono in ghingheri con la Traversée de Paris hivernale (Traversata invernale di Parigi) l'8 gennaio — una sfilata di automobili antiche nelle vie della capitale.

Il 28 gennaio, si celebra il Capodanno cinese e l'ingresso nell'anno del gallo. In programma, la grande sfilata del Dragone, ma anche numerosi spettacoli e animazioni.

E il 31 gennaio, il Centro Pompidou festeggia i suoi quarant'anni! Tutto è iniziato il 31 gennaio 1977 e da allora il "Beaubourg" ospita una delle più importanti collezioni d'arte moderna e contemporanea di tutto il mondo. Per celebrare questo evento, numerose mostre si svolgono durante tutto l'anno in quaranta città della Francia. A Parigi, appuntamento il 4 e 5 febbraio, anniversario della prima apertura al pubblico, per un week-end di grande festa!

Prenota la tua attività
Prenota Dove dormire